Presentazione del libro "Scolpire il futuro" di Carlos Belloni

 

Martedì scorso, 2 maggio, presso la Dunken Publishing House di Buenos Aires, l'ingegnere Carlos Belloni ha presentato il suo libro "Scolpire il futuro".

Belloni è nato a Buenos Aires nel 1963, ha studiato ingegneria navale e ingegneria industriale, specializzazione in economia aziendale e studi complementari in economia, storia dell'arte e filosofia. Ha lavorato nel settore tecnologico di grandi aziende nazionali e in società internazionali, in ruoli locali, regionali e globali. È anche consulente esterno in ParamitaLab.

Nonostante la sua profonda comprensione della tecnologia e dei suoi progressi, la sua più grande preoccupazione, tuttavia, è l'impatto che tutti questi progressi tecnologici avranno sui modelli di business esistenti e sugli impatti che questi avranno sul mercato del lavoro, l'economia nel suo insieme e a livello etico e sociale.

"Quando si visita la Galleria dell'Accademia di Firenze, prima di venire a David, che opera d'arte divina e soprannaturale, un corridoio dove, uno dopo l'altro attraverso i pezzi incompiuta Michelangelo unisce in fila accanto alla un'altra. Incompiuta, ognuna di esse è un'opera d'arte in sé. Anche quando le figure degli schiavi e dei santi sembrano voler uscire dal blocco di marmo e scoppiare, è la volontà, l'immaginazione e l'opera dello scalpello di Michelangelo a forgiare quella figura. Nessun altro.

Così, allo stesso modo, ci viene presentato il futuro. Potrebbe voler fare un'offerta ed esplodere davanti a noi, ma siamo noi, e solo noi, che abbiamo il diritto e l'obbligo di scolpirlo, di scolpirlo, di dargli la forma che vogliamo che abbia. Il modo in cui vogliamo darlo.

Per delegare questa responsabilità è delegare la decisione sul nostro futuro e sul futuro dei nostri figli. Non farlo forse implica anche delegare questa decisione su una macchina.

Per ampliare il tema, ti invitiamo a rivivere un'intervista condotta da Tete Coustarot con Belloni nell'ambito della Corporate University of RUS, l'U-RUS.