L'apprendimento si ottiene producendo vitalità

 

L'apprendimento si ottiene producendo vitalità.

Il percorso che propone laboratorio ParamitaLab ha come fondamenti metodologici la riflessione su materiali teorici, dinamiche corporee, condivisione di gruppo, giochi, presentazioni audiovisive, classi, produzioni personali.

Il processo richiede umiltà e onestà. Non è una pratica di successo, né ammette il confronto competitivo tra membri dello stesso gruppo. L’intenzione d'iniziare il processo è già di per sé un successo. I risultati sono raggiunti in successione e non ha senso valutare la tempistica dei loro effetti perché questo sarebbe già un ostacolo affinché si manifestino.

L'uomo è un essere sociale e fin dall'inizio della vita la sua sussistenza dipende da un altro che lo riceve, lo nutre e lo cura; ovvero l'essere umano nasce in questa relazione di dipendenza e d'interazione con gli altri e tutta la sua vita sarà segnata dalle impronte lasciate in questi vincoli primari. E’ in questa fase che nasce il modo in cui si stabilisce il rapporto con il trascendente e l’eterno. Tutte le culture di ogni tempo e luogo provengono dai segni primari di rapporto umano. Le caratteristiche particolari sono date dalle contingenze di ogni luogo e tempo. Questo sviluppo crea l'impronta di come sono state create le strutture profonde in cui gli esseri umani pensano, sentono e agiscono. La nostra genetica è la mappa delle successive generazioni di vita verso una tendenza che cercherà di mantenere l'omeostasi. In realtà è per questo che il termine libertà è relativo alle strutture mentali stabilite da successivi stati di condizionamento, che sono i modi di sentire e di pensare accumulati creando delle realtà che si alimentano progressivamente.

Ma sebbene sia l'ambiente a determinare l'uomo, è il modo in cui si interpreta e si decide di agire che ne definisce un modo di essere unico per ciascuno. Si parte dal presupposto etico che ogni essere è prezioso e ha un contributo personale da rendere all'umanità e che questa conoscenza di sé e della sua donazione agli altri nasce da un'azione adeguata e concreta, qui e ora.